Le caratteristiche della la marijuana light nei prodotti in Italia

Se ne parla ormai da troppo tempo e forse il desiderio di molte persone è diventato realtà: la cannabis potrebbe presto essere legale. In effetti, quello legato alla coltivazione della marijuana in Italia è uno dei settori che sta crescendo maggiormente offrendo a tutti i clienti interessati delle possibilità sempre nuove. Questo anche per via delle proprietà benefiche della cannabis, che attualmente vengono maggiormente usate nel settore medico ed estetico e includono un gran ventaglio di lati positivi per i clienti. Per ulteriori informazioni sui prodotti legali con bassissime percentuali di THC clicca qui.

Non è affatto un segreto, del resto, che i vantaggi della cannabis siano noti all’umanità da moltissimi anni ormai. Al di fuori dal solo senso di euforia e rilassamento che tale pianta porta, essa aiuta a curare alcune patologie psicologiche e allevia il dolore fisico. Nell’ultimo periodo la marijuana viene utilizzata anche per quanto riguarda il trattamento dell’ansia. In molti altri Paesi del mondo la cannabis è già legale, il che ne determina una continua crescita di popolarità e fama. Tuttavia, bisogna anche ricordarsi che la cannabis va comunque usata con una certa moderazione, poichè questa pianta è in grado di alterare la percezione umana dello spazio e del tempo, portando a delle conseguenze gravi. La buona notizia è che è già possibile consumare la cosiddetta marijuana legale, ovvero quella contenente un valore di THC compreso nel range tra lo 0,2% e lo 0,6%. In questo range, difatti, la marijuana non sembra poter produrre alcun effetto negativo sulla persona. Tali percentuali sono state definite dalla Legge numero 242 del 2016, che ha diversificato la canapa finalizzata alla vendita da quella destinata a degli usi alternativi. D’altro canto bisogna ricordarsi del fatto che proprio il THC è il principale elemento responsabile dei vari effetti vantaggiosi della marijuana sull’organismo umano ed è anche il motivo per cui è osservato in modo speciale e regolamentato dalla Legge. Il range di THC è sensibile alle possibili variazioni climatiche, motivo per cui al cambiare della temperatura si modifica il valore di THC da prendere in considerazione affinché si possa parlare di marijuana legale.


Si può usare la cannabis legale senza problemi?

Anche se il mercato relativo all’uso della cannabis legale è diventato molto più liberale, al giorno d’oggi in Italia si può utilizzare questa particolare specie di marijuana con molti meno rischi rispetto a quanto accadeva solo qualche anno addietro. Se a questo si aggiunge il fatto che attualmente il Bel Paese è tra i più grandi produttori di cannabis legale nel mondo, si può facilmente capire che quello relativo alla legalizzazione della cannabis in Italia è uno dei maggiori problemi attualmente e la motivazione è semplice: la società è comunque suddivisa fra quelli che vorrebbero il blocco totale e coloro che preferirebbero la completa legalizzazione. La scelta che bisogna fare, quindi, non è mai semplice dato che lo spostamento dell’equilibrio da una o dall’altra parte rischia di attirarsi numerose critiche da parte dei diversi gruppi sociali. A decidere ci ha pensato la Corte di Cassazione il 30 maggio del 2019 e il dilemma fu, principalmente, sempre lo stesso: il valore di THC nella pianta consumata. Bisogna, quindi, suddividere i casi in cui la cannabis leggera viene reputata dalla Legge in qualità di una sostanza stupefacente da quelli in cui non è considerata in quanto tale. Detta in un altro modo, la cannabis light potrebbe essere senza problemi usata per le terapie alternative e naturali. In base a questo non ci possono più essere delle diverse considerazioni in merito all’uso della marijuana leggera, poiché a dissolvere i dubbi ci pensa la più semplice matematica. Successivamente, la Cassazione bloccò parzialmente la vendita della canapa. D’altro canto, venne comunque deciso di non vietare le piante di marijuana provenienti dalle lavorazioni industriali e a loro volta incluse in un apposito regolamento europeo che fu stilato appositamente per tutto ciò che riguarda le varie cure terapeutiche (tale documento si chiama Testo Unico).


Come comportarsi con i prodotti in commercio?

In realtà già ora ci sono diverse specie di canapa in commercio che bisogna valutare in modo adeguato, anche se non ci sono state molte modifiche nelle vendite stesse, poiché tutti gli articoli presenti sul mercato restano comunque nel range della permissività del valore di THC. Per questo tali prodotti non possono essere in alcun modo intaccati dalle varie decisioni della Cassazione in merito (almeno finché quest’ultima non delibererà il completo divieto dell’uso di una qualsiasi tipologia della marijuana). Ancor oggi, la sola specie di canapa vietata dalla Cassazione è quella naturale. Quest’ultima non subisce alcun trattamento e si può presentare nella sua forma originale. Senz’ombra di dubbio si tratta anche della varietà di marijuana maggiormente diffusa nei vari shop online del relativo settore ed è molto popolare. Tuttavia, nonostante la sua popolarità e l’apertura di sempre nuovi negozi non bisogna dimenticarsi della necessità di acquistare la marijuana legale solo nei negozi ufficiali, presso rivenditori specializzati. I tempi in cui l’erba si comprava in modo illegale, quindi, è terminato almeno per coloro che non vogliono correre degli eventuali pericoli con la Legge.


Acquistare marijuana legale: a chi rivolgersi?

Per non correre alcun rischio e consumare soltanto dei prodotti di ottima qualità occorre rivolgersi solo a quei negozi che nel corso del tempo hanno dimostrato di poter offrire ai propri clienti i migliori tra i vari prodotti in circolo. Inoltre bisogna considerare il costo. Difatti, si può trovare dell’ottima marijuana legale a un prezzo non troppo alto e ben adatto alle tasche di coloro che vogliono provare i benefici di questa pianta sulla propria pelle senza spendere molto. I negozi ufficiali che vendono la canapa legale in Italia sono anche in grado di fornire un gran ventaglio di garanzie sul prodotto in questione. Vi sono degli altri vantaggi da prendere in considerazione se ci si vuole rivolgere ai rivenditori ufficiali della cannabis light in Italia. Basti pensare al servizio di consegna della pianta a domicilio. Si tratta di un servizio innovativo che fornisce ai clienti la possibilità di approfittare della canapa light senza nemmeno la necessità di spostarsi dal divano di casa propria. I costi della consegna sono variabili in relazione alla compagnia.

Tra le migliori aziende bisogna ricordarsi di JustBob. Si tratta di un negozio al 100% online gestito dai professionisti. Offre ai propri clienti numerose possibilità differenti. Basti pensare alla velocità di presa in carico degli ordini, ai costi bassi, ma anche alla spedizione gratuita in tutta l’Italia per gli ordini superiori a 60 euro. Attualmente JustBob invia i prodotti non solo nel Bel Paese, ma anche in altri Stati dell’Unione Europea. I suoi punti di forza? Sicuramente l’elevata affidabilità, la protezione della privacy dei clienti e la massima sicurezza, oltre a dei costi accessibili.

  • |